Chetare un tormento.

Vi capita mai di avere un pensiero fisso, martellante, di quelli che vi accompagnano ogni minuto, di quelli che vi fanno tamburellare le dita, che vi fanno nervosamente muovere i piedi, mordervi le unghie, distogliere lo sguardo? Cosa fate per farlo smettere, per placare quell’idea? Per Carolina era lui, o meglio, alcune parti del suo […]

Read More Chetare un tormento.

Mi fa stare bene.

Torno a casa e lancio la borsa sul divano e mille copie del mio CV volano per terra velocemente, quasi come pesassero mille chili. Abbiamo già fatto l’albero di Natale perché il Natale ci piace tanto, o meglio, ci piacciono le luci, i colori, ci danno un po’ di quel calore che forse non abbiamo […]

Read More Mi fa stare bene.

Precarietà sentimentale e non. 

Mi sono ritrovata su di una panchina di un luogo pubblico, all’una di pomeriggio, a piangere. Ma non piangere silenziosamente con le lacrime che scendevano piano solcandomi il viso, proprio a singhiozzare, a scoppiare in pianti fragorosi abbracciata alle mie gambe urlando a tratti. Qualcuno mi guardava chiedendosi perché piangessi, forse per amore, forse per […]

Read More Precarietà sentimentale e non. 

La difficoltà dell’arginare.

Sono nuda davanti allo specchio, un elastico mi abbraccia i capelli freschi di tinta, vedo gli occhi annebbiati dal mascara accumulato ieri sera e le labbra con ancora qualche traccia di rossetto. Inizio a notare delle rughette che prima non c’erano, soprattutto intorno alla bocca: “ho trent’anni” mi ripeto in testa. Trenta. Non mi sembra […]

Read More La difficoltà dell’arginare.

Promessi a qualcun altro.

La giacca di pelle ad Agosto non avrei mai pensato di metterla, ci sto dentro in completa tensione per l’aria che passa dalle maniche. Uno chignon raffazzonato e gli occhiali con le strisciate di mascara del giorno prima e l’alito che sa di alcool. Siamo in un capannone che sa di caramello bruciato e legno umido, […]

Read More Promessi a qualcun altro.

Una vomitata di novità.

Avere la sinusite e le vie respiratorie superiori intasate ha i suoi risvolti positivi: non sentire il gusto di questa pasta ai cereali gluten-free che ho abbrustolito nel fornetto dell’ufficio, che penso sappia di distruzione e desolazione, forse più di me. Sto passando questi sgoccioli di luglio e agosto chiusa da sola in un ufficio […]

Read More Una vomitata di novità.